Iniziamo a capire cosa vuol dire comporre una foto astronomica: light, dark, flat e bias

Preso il 18-200mm su cavalletto a 18mm e partendo da 12 foto ad 800 ISO con tempi di esposizione di 20s

2013-02-04_idra_ISO800_20s_21C_18mm_f35

le ho combinate con Maxim DL per ottenere

2013-02-04 idra iso800 18mm 20s f35 maximdl photoshop

Foto combinata pessima:

  • tempi lunghi al limite del mosso
  • coma (stelle allungate verso i bordi)
  • tempi lunghi che hanno sovraesposto la parte più inquinata dalle luci di Roma
  • sfondo palazzi non allineato

Nota: lo sfondo dei palazzi non viene bene quando si combina poiché è presente in tutte le foto e queste vengono allineate per seguire il movimento della terra. Per cui le stelle si allineano, ma i palazzi di sfondo si sparpagliano generando un brutto effetto fotografico. Per poter fare questo tipo di foto è necessario combinare le foto solo delle stelle con una foto dello sfondo.

Alcuni dettagli per combinare le foto:

  • 12 light
  •  6 dark
  • 9 flat (non ricordo come l'ho preso)
  • 40 bias

Ho provato a rimuovere il gradiente, non so neanche se è giusto chiamarlo così, causato dall'inquinamento luminoso senza successo. Le diverse tecniche indicate non hanno funzionato e parlo della funzione Remove gradient di Iris o del plugin di Photoshop GradientXTerminator. Questo però è dovuto sia alla difficile foto di partenza sia alla mia poca conoscenza delle tecniche per la rimozione del gradiente. Più avanti con un'altra foto a campo largo della costellazione di Cassiopea la situazione è migliorata.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>